Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate. Inoltre utilizza cookie tecnici per migliorare la navigazione. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie.

MND La sicurezza, «prima inter pares» tra le attività del gruppo francese - MontagnaOnline.com

MND La sicurezza, «prima inter pares» tra le attività del gruppo francese

Category: Portfolio Created: Domenica, 29 Gennaio 2017 10:12 Hits: 751
Rate this article
 

Sul fronte della prevenzione dei rischi da valanga e sul fronte degli allestimenti per la gestione sicura delle piste da sci, la multinazionale transalpina quotata alla Borsa di Parigi è all’avanguardia da anni con i marchi TAS e MBS, due della ricca scuderia che comprende anche impianti di risalita, innevamento tecnico e strutture per il divertimento. Sul fronte comune della sicurezza per gli sciatori in pista e fuoripista sono stati realizzati recentemente alcuni importanti interventi in Italia. Vediamo…

 

MND (acronimo di Montagne & Neige Développement) è il gruppo fondato nel 2004 dall’imprenditore francese Xavier Gallot Lavallée e dall’imprenditore italiano Ernesto Bassetti. Un gruppo multinazionale, quotato alla Borsa di Parigi dal 2013, impegnato su tutti i fronti operativi della gestione di una stazione invernale, dagli impianti di risalita all’innevamento programmato, dalle attrezzature per la sicurezza sulle piste da sci alle strumentazioni per la prevenzione dei rischi naturali (valanghe in primis) fino alle installazioni ludiche per il divertimento. Un gruppo che opera con 315 collaboratori in sette siti produttivi, commercializza nel mondo i suoi prodotti attraverso otto filiali e 30 distributori e vanta 3000 clienti in 49 diversi Paesi. Un gruppo che incorpora attività produttive nei settori degli impianti di risalita (marchio LST), dell’innevamento tecnico (SUFAG), degli allestimenti ludici (TECHFUN), delle attrezzature per la messa in sicurezza delle piste da sci (MBS), dei dispositivi per la prevenzione e il disgaggio delle valanghe (TAS). Di questi due ultimi settori di attività che attengono al tema fondamentale della sicurezza, di cui il co-fondatore Ernesto Bassetti è stato un pioniere e di cui resta una delle massime autorità in campo mondiale, parliamo in questo articolo ricordando alcuni degli ultimi interventi effettuati in Italia.

A Speikboden un nuovo impianto Gazex
La società conferma la piena soddisfazione dei Gazex, realizzando un nuovo impianto composto da un nuovo deposito e da un esploditore ad inerzia da 3 m3. Anche questo impianto come quelli già presenti oramai da anni nel comprensorio, viene comandato da remoto via radio attraverso il software Gazex Manager. Questo dimostra la piena compatibilità esistente tra sistemi Gazex recenti e sistemi installati negli anni passati. La particolarità di questo nuovo impianto risiede nel fatto che  è stato installato anche per mettere in sicurezza una zona frequentata da freeriders. Sempre più spesso l’attenzione delle stazioni viene rivolta anche a questa disciplina che si sta sempre più diffondendo in tutti i comprensori sciistici.
 
A Cervinia il rinnovamento continuacon l’adozione
di due nuovi dispositivi O’bellx
Prosegue da parte della Cervino S.p.A., il percorso cominciato negli ultimi anni di ringiovanire il loro «parco esploditori Gazex». Quest’anno si è trattato di sostituire due esploditori con più di vent’anni di onorata carriera. Il primo esploditore è stato rimpiazzato da un nuovo esploditore con le medesime caratteristiche. Per il secondo esploditore invece i responsabili della Cervino hanno preferito sostituirlo con 2 nuovi O’bellx. In questo caso è stato scelto di adottare gli O’bellx per risolvere i problemi di danneggiamento delle canalizzazioni provocate da eventi di caduta massi e piccole frane tipiche di quel particolare sito. Tra le caratteristiche degli O’bellx c’è infatti l’assenza delle canalizzazioni, ogni modulo infatti contiene al suo interno le riserve di gas (ossigeno ed idrogeno), sufficienti a garantire una trentina di tiri. Grazie poi al tiro simultaneo l’operatore sempre tramite il Gazex Manager, potrà scegliere se tirare contemporaneamente con i due O’bellx o effettuare due tiri distinti.

A Bardonecchia 120 metri di reti fermaneve per un tratto della seggiovia Jafferau
Non solo sistemi Gazex ma anche fonitura di reti da neve. Per la messa in sicurezza di un tratto della nuova seggiovia Jafferau, sono stati fornito alla società Colomion 120 metri di reti fermaneve. Con le reti sono stati forniti anche i nuovi ancoraggi «Geoacr». L’ancoraggio d’acciao modello «Geoacr» è un ancoraggio passivo, flessibile, formato da un fascio di filo d’acciaio, brevettato, ondulato tipo Crespo. Il puntale per facilitarne l’inserimento e la canula di iniezione disposta all’interno del fascio dei fili, completano il prodotto che viene così consegnato all’utilizzatore pronto all’uso. I principali vantaggi di questa nuova tipologia di ancoraggi sono la leggerezza e facilità di trasporto, grazie alla presenza della canula un’efficace esecuzione di iniezione intasante da fondo-foro e conseguentemente un minor impiego e consumo di materie prime.

A San Domenico l’allargamento-piste garantito
dall’esclusivo sistema Modulo
A conferma del successo ottenuto l’anno scorso con l’installazione del sistema Modulo per allargamento piste effettuata a San Martino di Castrozza, quest’anno la San Domenico ski ha scelto la medesima soluzione per allargare 180 metri della pista Intermedia. La scelta del Modulo rispetto a sistemi tradizionali (per esempio terre armate) è stata fatta per i tempi di realizzazione decisamente ridotti che comportano di conseguenza anche ad un contenimento dei costi. Questa soluzione infatti permette un’installazione semplificata, senza perforazioni né utilizzo di cemento. La struttura del Modulo è convalidata da relazione di calcolo per il passaggio di macchinari pesanti fino a 10 tonnellate. La fornitura comprendeva anche la messa in sicurezza di quel tratto di pista attraverso l’installazione di pali dritti, reti e materassi perfettamente integrati al sistema Modulo. Da sottolineare che a scelta del cliente possono essere forniti in alternativa ai pali dritti anche pali a C con reti A.
www.mnd-group.com