Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate. Inoltre utilizza cookie tecnici per migliorare la navigazione. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie.

Gallery 3 Columns - MontagnaOnline.com

Tag: Controllo Accessi

Created: Venerdì, 16 Marzo 2018 10:53
Hits: 825
Category: Portfolio
Tags: Controllo Accessi
 

«Il tuo smartphone è il tuo skipass»

Nata a dicembre, la Blueticketing è una società specializzata in sistemi di identificazione, riconoscimento e accesso, fondata da un gruppo di ingegneri dalla consolidata esperienza nel campo delle vendite di biglietti online e dalla Alfi di Borgo Ticino. Il prodotto che sarà presentato ufficialmente durante Mountain Planet a Grenoble si preannuncia come rivoluzionario: utilizzando infatti la tecnologia Bluetooth BLE al posto della tecnologia RFID si è riusciti ad integrare nello smartphone il titolo di accesso oltre al pagamento del pass effettuato on line. Basterà avere lo smartphone in una tasca per aprire il tornello. Si tratta a tutti gli effetti di una soluzione fortemente innovativa per una nuova offerta da proporre agli sciatori attraverso quelle località ad alta vocazione tecnologica che vorranno accompagnare questo passo in avanti della modernità

È sicuro: «Se mio padre fosse ancora qui ci si sarebbe buttato a pesce». E un altro concetto è chiaro: «È vero, stiamo facendo una cosa nel solco della filosofia del lavoro che aveva sempre ispirato il suo impegno. Mi ripeteva che non dobbiamo mai fare qualcosa che fanno già gli altri. O diamo qualche contributo con l’innovazione oppure ci conviene fare soltanto i rivenditori». Nella sede della Blueticketing, Chicco Ippolito ha appena finito di spiegare in esclusiva a noi di «pM», insieme ad alcuni dei “compagni di viaggio” che hanno condiviso l’impresa cos’è la Blueticketing, come e perché è nata, cosa si propone di fare e cosa propone alle stazioni invernali, alle società degli impianti della montagna bianca ma non solo, a tutti i luoghi e a tutte le situazioni che richiedono un accesso identificato. Blueticketing vuole essere a tutti gli effetti una grande rivoluzione:  una vera e propria finestra spalancata sul futuro; è  il «telepass» che funziona ai tornelli degli impianti di risalita come quello delle automobili sulle corsie privilegiate ai caselli autostradali; è lo smartphone che si trasforma in biglietto già pagato online e che ti apre il tornello all'impianto col tuo telefono in tasca o se stai parlando sulla linea telefonica con un amico ma anche se stai prenotando un ristorante per la sera.

La collaborazione stretta tra diverse competenze
Blueticketing è una startup innovativa nata il 19 dicembre 2017, con sede legale a Milano e sede operativa a Pont St. Martin (Aosta). Quest’estate quando era poco più di un’idea ha vinto un bando indetto dalla Regione Valle d’Aosta per le innovazioni nel settore montano. Si compone della partecipazione di quattro soci con il contributo di Alfi, storica azienda attiva nei sistemi di controllo degli accessi. Paolo Serra, 43 anni, laureato in ingegneria elettronica inizia la sua attività in Siemens e poi per 13 anni è stato il responsabile tecnico di Limone Piemonte. Davide Barberis, 34 anni, laureato al Politecnico di Torino, come i suoi ex compagni di università Nicola Garazzino e Alessandro Cabutto, esperti di sistemi cloud computing e sicurezza informatica, hanno fondato lo studio di informatica Weconstudio e creato il software di e-ticketing WeGate che ha consentito di moltiplicare in percentuali importanti la vendita di skipass online a Limone Piemonte e poi in altre località come San Domenico, Roccaraso e al Mottarone, per citare solo le esperienze italiane. L’idea di Blueticketing è quella di coniugare le competenze informatiche e la freschezza di idee dei giovani ingegneri di Bra con la consolidata esperienza di Alfi nelle soluzioni hardware e di sistema, oltre all’esperienza sul campo di Paolo Serra che si fa portavoce delle reali esigenze delle stazioni sciistiche.
«Da tanto tempo, più o meno vent’anni – dice Chicco Ippolito - si lavora sui sistemi di riconoscimento in radiofrequenza con la tecnologia RFID. È un sistema ancora funzionante ed efficiente ma maturo, che comincia a denunciare la contraddizione tra gli sforzi per continuare a migliorarlo e il reale avanzamento tecnologico ed operativo che si può ottenere. Più o meno dopo una quindicina d’anni le tecnologie informatiche subiscono evoluzioni importanti e sono sostituite nel tempo da altre più comode ed efficienti. L’RFID entra nel mondo dello sci a metà degli anni ’90, 23 anni nel mondo IT sono un’enormità, per capirci il primo smartphone è del 2007 e a guardarlo oggi sembra preistoria. La direzione sulla quale abbiamo deciso di investire è   la dematerializzazione, elemento che sta caratterizzando la nostra vita ogni giorno di più, basti pensare ai trasporti, con il QR Code, o più in generale alla crescita dei pagamenti online. L’idea è quella di dematerializzare biglietti e tessere vari che ormai ci invadono, senza tenere in considerazione l'annoso problema dell'inquinamento e dei costi di gestione. Abbiamo immaginato di collegare le forme di acquisto e di pagamento online che ormai sono tutelate da collaudati standard di sicurezza con una modalità di riconoscimento «portatile», personale, su quello strumento ormai universale che è lo smartphone.  Una soluzione avrebbe potuto essere applicare lo standard QR code allo smartphone ma in quel caso sarebbe comunque stato necessario estrarlo dalla giacca a vento e avvicinarlo al lettore del tornello per avere l’accesso, un gesto e un’operazione che avrebbe voluto dire non migliorare, ma compiere un passo indietro. Blueticketing offre una soluzione completa e brevettata che abbraccia tutta la gestione: dalla biglietteria dematerializzata, al pagamento elettronico, al sistema di controllo accessi basato sullo scambio d'informazioni tra lo smartphone e il tornello.»

Domande e risposte

Come acquisto il mio biglietto?
Utilizzo l’app iOS o Android sul telefono

Posso tenere il telefono in tasca al passaggio al tornello?
Si, puoi tenere il telefono comodamente in tasca.

Devo avere la rete dati attiva o segnale telefonico di copertura quando passo al tornello?
NO; il sistema funziona anche dove non c’è copertura di segnale telefonico o wifi.

Gestisce le code e le corsie parallele?
Si, grazie alla nostra tecnologia brevettata siamo gli unici in grado di gestire code e corsie come gli attuali sistemi.

Al primo passaggio il tornello mi deve caricare
il biglietto acquistato online?
No, sul telefono ho già il mio biglietto caricato, con enormi vantaggi rispetto all’attuale gestione con le tessere.

E’ necessario associare il telefono a qualche dispositivo o attivare l’app al passaggio?
No, non è necessario associare il telefono a nessun
dispositivo e l’attivazione è automatica

Il sistema è sicuro?
La sicurezza è uno degli aspetti più rilevanti del sistema che è più sicuro della tecnologia RFID e di qualsiasi sistema che opera puramente online.

Sul mio telefono ho già un biglietto valido,
posso acquistarne un altro?
Si, nel mio wallet posso caricare quanti biglietti voglio

Voglio acquistare un biglietto alla mia ragazza. Posso?
Certo ed è semplice come mandare un messaggio WhatsApp

Il rapporto con le località nel segno di efficienza e risparmi
Tutti conosciamo il Bluetooth che ci consente di collegare il nostro telefono alle automobili o alle cuffiette, ma non tutti sanno che questa tecnologia è un ottimo carrier di dati e che con il Bluetooth BLE (Bluetooth Low Energy) consuma pochissimo, è standardizzato a livello mondiale ed è presente su tutti gli smartphone. Nel sistema Blueticketing lo smartphone dialoga con un’antenna molto più piccola e più gradevole, anche esteticamente, rispetto a quelle enormi attualmente in uso. Il sistema è in grado di «leggere» nelle code e su più corsie l’utente con lo smartphone che ha acquistato il pass con Blueticketing e apre solo quando lo sciatore è all’interno del tornello.
«La vera novità è la dematerializzazione di tutto il processo – dice Ippolito – Non c’è più l’oggetto card ma è il telefono che dà la compatibilità all’accesso. La biglietteria viene dematerializzata permettendoti quindi di comprare il biglietto on line e passare attraverso un varco senza compiere particolari gesture, tenendo comodamente il tuo telefono in tasca. Ma è evidente a questo punto che la palla deve passare alle località, ai gestori degli impianti. Come devono attrezzarsi e cosa devono fare per accogliere il sistema della Blueticketing? «Tecnicamente il sistema è applicabile mediante una corsia preferenziale agli impianti ma potrà essere anche integrato con i sistemi esistenti e adattata a diversi tornelli. Lo abbiamo già testato con vari tornelli e quindi siamo fiduciosi che funzionerà con tutti i sistemi. Il nostro obiettivo è di portare una ventata di novità in tutti gli ambiti del controllo degli accessi dai trasporti agli stadi, iniziando dallo sci. Vedremo subito come sarà accolta la novità, perché di grossa novità si tratta. È evidente comunque che l’obiettivo commerciale della Blueticketing non è calcolabile oggi e subito, non vogliamo sostituire ma integrare le tecnologie esistenti anche se pensiamo che nel medio periodo potrebbe cambiare, e in meglio, il panorama del controllo accessi e soprattutto della user experience degli sciatori.»
«Per avere il servizio – dice Davide Barberis - le località devono essere convenzionate con noi. Sarà messa a disposizione dell’utente una app con una vetrina delle località convenzionate tra le quali scegliere dove andare a sciare e su cui acquistare lo skipass con pagamento tramite carta di credito o mezzi equivalenti. Se una località non vuole stare in questa app generalista ne potrà attivare una personalizzata. Il nostro sistema è stato concepito già conforme alle prossime e rigorose direttive europee sulla privacy».
«Il nostro – aggiunge  Paolo Serra – è l’unico servizio che migliora in maniera sostanziale il rapporto di utenza tra lo sciatore e gli impianti di risalita; attualmente è l’unica alternativa a problematiche calcificate, al vincolo della tessera e alle insicurezze della loro gestione; è anche il superamento di resistenze abitudinarie a livello culturale ed è anche il modo per consumare meno energia, inquinare meno, abbattere molti costi legati alla bigliettazione, consentire di liberare risorse umane, come le addette alle biglietterie, per destinarle a compiti più qualificanti di ospitalità o di infopoint.»

 


Un messaggio rivolto allo sciatore e ai gestori degli impianti
È tutto chiaro? Se non lo fosse, conclude Paolo Serra: «Insomma, il tuo biglietto è il tuo telefono, ce l’hai in tasca. Avvicinati con i tuoi sci ai piedi e i tuoi bastoncini in mano al tornello della Blueticketing e vedrai che si spalancherà davanti a te senza neanche dirgli “apriti Sesamo”.» Il nuovo sistema strizza l’occhio allo sciatore che ormai va dove si scia meglio, non solo dove le piste e i panorami sono più belli ma anche dove i servizi e le tecnologie sono all’altezza dei tempi. Il messaggio rimbalza allora nelle orecchie dei gestori degli impianti di risalita e dei dirigenti turistici delle località invernali, perché anche loro devono andare avanti, non possono più accontentarsi e adagiarsi sugli allori.  Anche per questo Blueticketing è già stato premiato alle «Pépinières d’Entreprises» («incubatori d’impresa») della Valle d’Aosta. E anche per questo Chicco Ippolito sorride sornione pensando alla storica fotografia in formato gigante appesa sulla parete dove c’è un bambino di sei anni impegnato ad attivare il «sistema Leski» a San Vigilio di Marebbe nel 1974 strisciando il suo pass sotto il lettore elettronico. Quel bambino era lui. Quanta tecnologia è passata…
www.blueticketing.com

Created: Sabato, 03 Marzo 2018 10:29
Hits: 466
Category: Portfolio
Tags: Controllo Accessi

La stagione invernale si sta avviando ad una positiva conclusione con le abbondanti precipitazioni nevose che hanno riportato tanti sciatori sulle piste e qualche coda alle biglietterie degli impianti di risalita. Ma per fortuna è stato anche l’anno del boom di vendite skipass fatte via web e «payperuse», formule che hanno permesso agli utenti di avere già lo skipass in mano prima di partire o, semplicemente di ritirarlo alla cassa automatica saltando la coda

In questo Skidata ha supportato i propri clienti in partnership con aziende specializzate in vendite web e payperuse e consegnando le prime casse automatiche Smart che hanno unito l’Italia: Cervinia, Alagna e Taormina, Madonna di Campiglio dove è attiva da inizio 2017, hanno iniziato ad offrire ai propri clienti il piacere di questa novità. È stata poi la stagione della rinnovata fiducia di partner storici di Skidata: Lagorai, Merano 2000, Solda, Senales, Barzio, Livigno, Alagna Monte Rosa 2000 con tanti aggiornamenti e molti lettori di nuova generazione Flex.Gate che permettono ai gestori di sfruttare le potenzialità che il QrCode Mobile offrirà loro anche per l’utenza estiva e non solo. Il nuovo varco Flex Gate al top della tecnologia «easy» e la nuova cassa automatica cross segment Smart Cash che facilita l’acquisto degli skipass consentendo di pagarli senza passare più dalla cassa manuale con operatore, dove le code sono sempre in agguato, erano state presentate nel 2016 al Mountain Planet di Grenoble da James Toal, il manager austriaco di padre americano responsabile per l’Europa di tutte e tre le aree su cui si sviluppa la produzione Skidata (events, mountain, parking). In due stagioni questi prodotti hanno confermato sul campo la loro efficacia. Per Skidata è stato un piacere supportare anche le località appenniniche amiche come Corno alle Scale, Sarnano, e Leonessa in un percorso di rinnovamento e crescita. In tutte le situazioni, sulla neve ma non solo si è confermato insomma che: «il divertimento inizia con Skidata», secondo lo slogan scelto dalla multinazionale austriaca di Grödig fondata nel 1977 da Günther Walcher e sposato dalla filiale italiana che ha sede a Calderara di Reno (Bologna). Con i suoi 292 milioni fatturato, i 1350 dipendenti sparsi nel mondo e gli oltre 10 mila impianti realizzati in oltre 100 Paesi, Skidata si colloca al vertice delle gerarchie internazionali nel settore dei controlli accessi Per il prossimo futuro, l’idea di Skidata Italia è sempre più quella di mettere a disposizione dei propri partner tutto il know how di 40 anni di attività trasversali: forte presenza in montagna, ma anche leadership nel settore delle automazioni per i parcheggi e importantissime realizzazioni nel mondo degli stadi (Juventus Torino), dei parchi (Parco Natura Viva), delle strutture termali (Giardini Poseidon Ischia), delle Fiere (Fiera Bolzano), quindi un know how a 360° per creare valore aggiunto da condividere con i propri partner. In un mondo in continua evoluzione, montagna, città, destinazioni turistiche, mondo reale e virtuale saranno sempre più interconnessi e la tecnologia, se al passo coi tempi, sarà un mezzo per portarci nel futuro. Per cui, rimanete connessi in attesa delle prossime novità Skidata!
www.skidata.it
 
 
 

Created: Venerdì, 19 Gennaio 2018 08:27
Hits: 1595
Category: Portfolio
Tags: Controllo Accessi
 
Da sinistra Peter Mennel, segretario generale
del Comitato Olimpico Austriaco;
Claudia Kopetzky, CMO Axess AG
e Karl Stoss, Presidente del Comitato Olimpico Austriaco

Dopo la positiva esperienza vissuta a Rio de Janeiro per i Giochi estivi del 2016, il Comitato Olimpico austriaco ha deciso di affidarsi ancora all’azienda salisburghese per curare il sistema di accreditamento e controllo accessi destinato all’ospitality di «Casa Austria» in occasione delle Olimpiadi Invernali della Corea del Sud.  Con questa commessa Axess accredita ulteriormente la qualità dei suoi prodotti in un mercato in piena espansione come quello asiatico

In occasione dei Giochi Olimpici 2016 di Rio, l’ÖOC (Österreichisches Olympisches Comité- Comitato olimpico austriaco) aveva puntato su Axess AG per il sistema di accreditamento e controllo accessi di Casa Austria, rimanendone pienamente soddisfatto. Per tale motivo la tecnologia «Made in Austria» è stata scelta anche per i giochi olimpici invernali 2018 di Pyeongchang. Per la società salisburghese, che è in piena espansione in Asia, questa è certamente una buona occasione per presentarsi come partner ideale.
In occasione di grandi eventi sportivi, come i giochi olimpici, Casa Austria è il punto di incontro di atleti nazionali e internazionali, dei rappresentanti dei media e di personaggi di spicco, ma anche una vetrina d’eccellenza del «Who is Who» per le imprese austriache. Ma la Casa è frequentata anche da numerosi visitatori dei giochi che hanno così l’occasione di conoscere la cultura di questo paese alpino attraverso le manifestazioni più svariate, accompagnati dalla tipica accoglienza austriaca.

La piattaforma promozionale
ideale per l’Austria
Casa Austria è una importante piattaforma promozionale per l’Austria e la sua economia che permette al Paese di mostrare, in occasione di grandi eventi sportivi, cosa sa fare e cosa può offrire. Per i giochi olimpici di Rio 2016 l’ÖOC aveva scelto per il suo sistema di accreditamento e controllo accessi di affidarsi al know how della società salisburghese Axess AG. «Axess, impresa con sede principale e attività produttiva in Austria risponde in pieno alla filosofia di Casa Austria», ha dichiarato Claudia Kopetzky, CMO di Axess AG.- Quando nel 2016 l’ÖOC ci ha scelti, siamo stati onorati di poter contribuire all’immagine positiva dell’Austria all’estero».

Il successo conquistato
A Rio non si ferma
Con 75.000 visitatori (tra cui 7.000 VIP) Casa Austria ha raggiunto a Rio un vero record e in occasione dei giochi invernali 2018 in Corea del Sud, si potrà aggiungere un nuovo capitolo a questa storia di successo. Al fine di gestire ancora una volta in modo efficiente e rapido i grandi flussi di visitatori che si prevede saranno ancora più numerosi ai Giochi Invernali, l’ÖOC ha deciso di puntare nuovamente su Axess. Per il controllo degli accessi l’azienda ha fornito diversi «Axess Smart Gate NG» mentre per il controllo dei biglietti con dispositivi mobili è previsto l’impiego di diversi «Axess HANDHELD 600». Nella zona delle casse hanno invece posto i modelli «AX500 Smart POS».

Asia, un importante mercato
per il prossimo futuro
Con Tokyo 2020 e Beijing 2022 che seguono al 2018, altre due edizioni dei giochi olimpici si terranno nel continente asiatico. Inoltre il settore dello sci e del tempo libero sta vivendo una fase di forte crescita nei due paesi ospitanti. Ma a dare il «la» sono soprattutto il governo cinese e gli investitori del Regno di Mezzo che stanno stendendo le mani anche oltre i confini cinesi. Cina, Giappone e anche Corea del Sud guardano volentieri all’Austria per realizzare questo tipo di progetti. Da un lato perché essendo un paese con una lunga tradizione negli sport invernali dispone di un ricco know how e dall’altro perché l’Austria è molto apprezzata in questi Paesi anche dal punto di vista culturale.  I Giochi di Pyeongchang rappresentano pertanto una vetrina ideale per presentarsi al pubblico internazionale.
www.teamaxess.com

 

Created: Lunedì, 05 Giugno 2017 04:57
Hits: 576
Category: Portfolio
Tags: Controllo Accessi


Da sinistra: Davide Barberis,
Alessandro Cabutto e Nicola Garazzino


Vendita degli skipass online con accesso diretto ai tornelli con drastica riduzione delle code alle casse delle stazioni invernali, profilazione degli utenti per attività di co-marketing e advertising mirato: è un miraggio o è il futuro? La risposta pare essere la seconda. Anzi, la risposta c’è già, è il presente, è adesso, grazie ad un nuovo software che si chiama WeGate. A dirlo è Weconstudio, lo studio di ingegneria informatica con sede in provincia di Cuneo fondato nel 2014 da tre giovani trentenni (Davide Barberis, Nicola Garazzino, Alessandro Cabutto) che si sono laureati insieme al Politecnico di Torino e, dopo un periodo di collaborazione post-laurea in Università, hanno deciso di mettersi insieme con il loro genio per proporre soluzioni di software in diversi settori di applicazione. Uno di questi è il mondo della neve e dell’accesso agli impianti di risalita. «Sono della provincia di Cuneo, dove lo sci è di casa, e io stesso scio abbastanza bene», dice Davide Barberis, «Pensando soprattutto al turismo pendolare – continua Davide – a quelli che arrivano in giornata e non vogliono perdere troppo tempo alle casse, abbiamo pensato e realizzato il nostro prodotto, a cui abbiamo lavorato nel 2015 e che da due stagioni sta dimostrando di funzionare molto bene e di fornire un servizio utilissimo a entrambi gli interlocutori, il cliente-sciatore e il gestore della località e degli impianti». Si tratta della piattaforma di e-ticketing WeGate, utilizzata già nel corso delle ultime due stagioni da alcune stazioni sciistiche del Nord Italia. A conferma della sua efficacia ci sono i numeri registrati nella stazione di Limone Piemonte (vera e propria località-pioniera a livello nazionale per la vendita online) dove, nella stagione 2016/17 da poco conclusa, circa il 25% del fatturato nella vendita di biglietti è arrivato da transazioni online, con picchi nei periodi di alta stagione del 40% circa (numero di primi ingressi con biglietto acquistato tramite WeGate). Statistiche che parlano da sole e che si sono tradotte in primo luogo in una drastica riduzione delle code alle casse, grazie al fatto che gli sciatori possono andare direttamente ai tornelli senza passare dal punto cassa. WeGate offre infatti all'acquirente la possibilità di acquistare online con carta di credito il proprio biglietto (mattiniero, giornaliero, stagionale, ecc...) seguendo il link che troverà nell’home page della località che ha acquisito il servizio della Weconstudio e dove lui vuole andare a sciare. L'interfaccia utente è intuitiva e si adatta automaticamente al dispositivo utilizzato tanto da permettere agli sciatori di acquistare comodamente da casa con il proprio PC o, addirittura, nel parcheggio della stazione sciistica con smartphone o tablet. In questo modo l'utente necessita di un passaggio in biglietteria esclusivamente in caso di primo acquisto, vale a dire nel caso in cui non abbia a disposizione una tessera da ricaricare. Oltre alla ricarica preventiva, ottimi risultati sono stati ottenuti sul fronte «pay per use», caso in cui l'addebito su carta di credito avviene in modo automatico a fine giornata per un importo corrispondente all'utilizzo effettivo (mattiniero, pomeridiano, giornaliero…). WeGate è compatibile con la maggior parte dei connector bancari italiani, oltre che con soluzioni di «smart payment» quali Satispay, MyBank e PayPal. Il sistema opera sia a livello B2C (business-to-consumer) sia livello B2B (business-to-business) offrendo alle stazioni la possibilità costituire un network di ricarica con sci club, hotel, noleggi con conseguente aumento capillare del numero di punti cassa. Inoltre, grazie alla profilazione degli utenti, WeGate si dimostra un importante strumento di supporto al personale dedicato al marketing che può sviluppare campagne mirate sempre più puntuali ed efficaci. Inoltre nell'ottica di ottenere una soluzione sempre più smart WeGate, oltre a un'interfaccia responsive (che si adatta dinamicamente al dispositivo utilizzato), è integrabile all'interno delle app della stazione sciistica, permettendo all'utente che consulta il meteo o le webcam di ricarica il proprio skipass dal proprio smartphone e in pochi click. La riduzione delle code in cassa permette altresì una redistribuzione delle risorse umane da compiti di mera biglietteria ad attività di marketing attivo e promozione che possono essere un elemento estremamente significativo per l'aumento del fatturato e per la riduzione del gap tra alta e bassa stagione. Nell'ottica di ottenere una soluzione sempre più smart WeGate, oltre a un'interfaccia responsive (che si adatta dinamicamente al dispositivo utilizzato), è integrabile all'interno delle app della stazione sciistica, permettendo all'utente che consulta il meteo o le webcam di ricarica il proprio skipass dal proprio smartphone e in pochi click.www.weconstudio.it

Created: Lunedì, 05 Giugno 2017 04:57
Hits: 822
Category: Portfolio
Tags: Controllo Accessi


Alfi lavora da sempre a diretto contatto con i clienti, offrendo un servizio qualificato e uno staff di tecnici sempre a disposizione, che segue i progetti dalle fasi iniziali fino all’installazione e messa in opera. Proprio per mantenere questo livello di qualità durante l’ultimo anno è aumentato il numero di programmatori/tecnici specializzati.

La stagione invernale appena trascorsa ha visto un consolidamento del parco clienti; attualmente, in vista della stagione 2017/2018 sono in corso ammodernamenti degli impianti installati, prime forniture per i nuovi clienti e aggiornamenti software per tutti i comprensori. Molto interesse suscitato dalla soluzione Kiosk, mentre aumentano le installazioni della piattaforma Alfi Incoming e dalla piattaforma Alfi Vendita Online, unica fino ad oggi in grado di gestire anche il pay per use in formato OpenPass.
I sistemi Alfi, progettati e realizzati in Italia, sono frutto di una costante ricerca ed innovazione tecnologica, caratteristiche da sempre presenti nel DNA dell’azienda. Tra le novità che verranno presentate quest’anno alle fiere della montagna ci sono:
Vendita Online
Nuova soluzione di vendita online, anche pay per use, compatibile OpenPass.
Incoming
Nuova versione della piattaforma per la vendita e la consumazione di servizi, progettata per soddisfare le esigenze dei comprensori turistici, creando una vera e propria carta multiservizio senza limiti quantitativi di utilizzo. Con questa soluzione vengono gestiti, tramite un unico supporto, baite, centri benessere, bar, negozi articoli sportivi, parcheggi, hotel e impianti di risalita.
Kiosk
Terminale autonomo che consente ai clienti di ricaricare o acquistare il proprio skipass in maniera indipendente. Può essere installato all’aperto o in ambienti protetti. A richiesta può essere integrato anche con un POS fisico.

Tra gli altri prodotti:
• Leski
Varco per il controllo degli accessi negli impianti di risalita.
• Helix point of sale
Piattaforma software per la vendita (diretta o via Internet) e la gestione dei titoli d’accesso.
Helix report e statistiche
Software di reportistica per l’analisi delle vendite e degli accessi
• Sprint
Stampante per card termocromiche con lettore RFID incorporato.
• Control Monitor
Sistema concepito per semplificare il controllo degli accessi negli impianti sciistici. Interfacciandosi direttamente con i varchi Leski e con la piattaforma Helix, consente ad un operatore di visualizzare a distanza ed in tempo reale i dati relativi alle persone che accedono agli impianti e di identificare eventuali trasgressori. Il sistema consente di individuare immediatamente tentativi di passaggio con biglietti scaduti, non validi o in blacklist e di controllare più varchi contemporaneamente.
• Camera Monitor
Verifica del portatore del titolo d’accesso presso gli impianti di risalita. Il sistema si integra alla piattaforma Helix e sfrutta i varchi Leski per il rilevamento dei passaggi; ad ogni passaggio presso un varco, Camera Monitor registra le immagini provenienti da una IP cam e permette una rapida comparazione visuale delle caratteristiche dell’utente tra passaggi successivi e/o con le informazioni inserite nel ticket al momento dell’acquisto.
• Poket Gate
Varco palmare comodo e robusto per il controllo degli accessi con operatore negli im impianti di risalita, da affiancare ai tradizionali varchi fissi. Può operare in due modalità, monitoraggio per la verifica dei titoli d’accesso e obliterazione per la convalida degli stessi.
• Bernardo
Piattaforma per il rilevamento in tempo reale degli infortuni sulle piste da sci. Il sistema, costituito da un’app per dispositivi mobili e da un’interfaccia web di reportistica e gestione, è concepito sia per gli operatori che ricevono le chiamate in sala controllo che per le squadre che prestano soccorso direttamente sulle piste.
www.alfi.it


 

Created: Sabato, 28 Gennaio 2017 08:27
Hits: 842
Category: Portfolio
Tags: Controllo Accessi

Soluzioni integrate di accessi
per le località montane

La stagione invernale 2016/17 ha visto Skidata Italia impegnata su più fronti, per gestire importanti ammodernamenti degli impianti installati. L’occasione infatti dell’ingresso sul mercato dei nuovi lettori Flex.Gate, e alcune importanti variazioni nelle soluzioni software, sono coincise con le necessità di aggiornamento di alcune installazioni storiche

Ne sono così derivatI importanti aggiornamenti sugli impianti dei comprensori valdostani con nuovi lettori Flex.Gate a Cervinia e aggiornamenti software in tutti i comprensori. Sostituzioni di gran parte dei lettori nel comprensorio di Folgarida Marilleva, attivazione in anteprima in Italia della nuova soluzione Operation Center a Schoeneben, nuovi lettori Flex.Gate a Barzio uniti ad un importante aggiornamento software e alla funzionalità di vendita online dei titoli anche in formato OpenPass, e tanto altro ancora. Nonostante un inverno non particolarmente abbondante nelle precipitazioni nevose, le stazioni equipaggiate con i nostri sistemi hanno avuto modo di testare con i tanti clienti, sciatori e non, tutte le novità introdotte.

Novità e contatti importanti
alle fiere di primavera
L’inverno si è poi chiuso con due importanti eventi, in Italia la Fiera Prowinter di Bolzano, e a livello europeo Interalpin di Innsbruck. In entrambe le occasioni Skidata ha avuto modo di confrontarsi con tanti clienti, esperti del settore e

Il team Skidata Italia
ad Interalpin 2017

professionisti della montagna, mostrando loro le soluzioni che il prossimo inverno potranno contribuire alla crescita della qualità dei servizi offerti dalle località montane. L’obiettivo Skidata è di garantire loro novità distintive, possibilità di integrare nuovi servizi nell’ambito del turismo montano, sicurezza degli incassi, affidabilità del servizio e riduzione al minimo delle necessità di intervento in corso di stagione.  È stato quindi in queste occasioni che sono state presentate le novità più rilevanti, fra tutte l’introduzione della cassa automatica Smart.Cash che debutterà ufficialmente il prossimo inverno sul mercato europeo (dopo alcune installazioni test di successo lo scorso inverno e di questa prossima estate). La nuova cassa automatica consentirà un ampliamento degli orari di servizio della stazione verso i suoi clienti potendo contare su un apparato che funziona H24. Inoltre visto l’ampio display touch da 21.5” potrà essere efficacemente utilizzata anche come strumento di marketing condiviso, a tutto vantaggio del turismo locale. È stata poi la volta dell’integrazione sempre più rilevante fra il sistema di gestione del controllo accessi agli impianti e il controllo accessi a pagamento dei parcheggi, che se dotati dei sistemi SKIDATA possono garantire agli operatori importanti vantaggi operativi e di immagine per il proprio cliente. E garantire altresì un incremento degli incassi per i non clienti che gradissero utilizzare il solo servizio di parcheggio. Infine le soluzioni parking consentono di segmentare l’offerta di sosta ai turisti potendo per esempio diversificare le tariffe per i posti auto più comodi agli impianti di risalita rispetto a quelli più distanti, creando in questo modo zone VIP con servizi a valore aggiunto e zone low cost a prezzo più basso o gratuite.

Controlli di gestione
in tempo reale
In un contesto di sempre crescente necessità di analizzare «live» i dati di performance della redditività degli impianti, è stata anche presentata in preview la soluzione Sweb.Analyze, parte della famiglia delle soluzioni trasversali a valore aggiunto Sweb Skidata (applicabili non solo nel contesto montano, ma anche in parcheggi, impianti tematici, musei etc.), grazie alla quale i manager delle stazioni sciistiche potranno analizzare in maniera sempre più performante l’andamento della giornata, e valutare così correttivi anche immediati a tutto vantaggio della qualità del risultato economico e di customer satisfaction. A corollario di questo, in ottica di rafforzare la partnership con i propri clienti, Skidata Italia sta rafforzando la propria struttura, dedicando maggiori risorse interne ed esterne ai clienti del settore SCI. L’obiettivo è soddisfare le sempre crescenti aspettative qualitative anche alla luce del crescente numero di clienti che si affidano alle cure dei contratti di manutenzione Care.Pack, che permettono loro di avere servizi personalizzati e dedicati, a tutto vantaggio della qualità del servizio reso ai loro clienti finali.
www.skidata.it