Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate. Inoltre utilizza cookie tecnici per migliorare la navigazione. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie.

Gallery 3 Columns - MontagnaOnline.com

Tag: Gestione area sciabile

Created: Martedì, 26 Aprile 2016 08:23
Hits: 571
Category: Portfolio
Tags: Gestione area sciabile
nternazionale per la venticinquennale esperienza nella realizzazione d’impianti di risalita e di trasporto a fune, è impegnato nello studio e nella progettazione della nuova gamma d’impianti ad ammorsamento automatico, concepiti prima di tutto per il trasporto urbano e poi adattati a quello montano. Nel sito produttivo di Alpespace a Sainte-Hélène-du-Lac (Savoia-Francia), è stato realizzato un banco di collaudo di dimensioni reali, dove si stanno effettuando i test per le certificazioni necessarie prima della commercializzazione. I collaudi in corso confermano le qualità intrinseche del nuovo prodotto: maggiore sicurezza, minor consumo d’energia, durata di vita più lunga, nonché costi di manutenzione notevolmente ridotti. L’inizio della commercializzazione di questa nuova gamma, è prevista a partire dal 2017 con la seggiovia a 6 posti, il cui prototipo sarà installato già entro fine anno, per proseguire poi nel 2018 con la telecabina, il cui prototipo è previsto già per l’estate del prossimo anno. Nel progetto sono stati investiti più di 2,5 M€. LST ha depositato diversi nuovi brevetti ed in particolare ha sviluppato e brevettato una tecnologia innovativa riguardante la morsa e la sua movimentazione all’interno delle stazioni. La morsa è in effetti l’elemento chiave degli impianti ad ammorsamento automatico, in quanto consente lo sganciamento del veicolo dalla fune traente durante il giro stazione, permettendone un transito a velocità ridotta, senza rallentamento dell’insieme della linea e migliorando in misura significativa le prestazioni dell’impianto (riduzione dei tempi di trasporto, manovre di imbarco e sbarco più confortevoli).
Gli impianti altamente innovativi, progettati da LST, offrono 4 grandi vantaggi: 1- gli sforzi di apertura e chiusura delle morse in stazione sono stati ridotti, minimizzando quindi il rischio di arresti ed interruzione del servizio, riducendo inoltre il consumo di energia; 2- il numero di movimenti delle morse ad ogni passaggio in stazione è dimezzato, garantendo la massima sicurezza, un’usura ridotta e quindi una minore manutenzione; 3- grazie ad un innovativo sistema di accelerazione/decelerazione, le stazioni di partenza e di arrivo sono più corte, con un conseguente abbattimento dei costi di costruzione e d’impatto ambientale; 4- il sistema di movimentazione dei veicoli in stazione, completamente ripensato, e la riduzione dei pneumatici di trascinamento, permettono ai gestori di dimezzare i costi di manutenzione e di ridurre del 15% i consumi energetici.
Gli impianti progettati e prodotti da LST abbinano sicurezza e comfort per i passeggeri, a prestazioni più elevate. I vantaggi di questa nuova gamma sono incontestabili ed in un mercato alla ricerca di un’ottimizzazione dei costi di gestione, apre le porte ad un potenziale mercato parallelo. Con questa nuova tecnologia, dalle elevate prestazioni, MND Group consolida la sua posizione di società di riferimento nel mercato degli impianti ad ammorsamento automatico.

 

Caratteristiche tecniche:
• morsa innovativa, che garantisce una maggiore sicurezza e prestazioni durevoli,   progettata per ridurre al minimo gli sforzi di apertura e chiusura in stazione e quelli di trascinamento, con conseguente diminuzione dei rischi di arresto nelle fasi di ammorsamento e sganciamento, nonché una riduzione dei consumi di energia;
• cinematica della morsa progettata per evitare l’eventuale rischio di apertura  improvvisa sulla linea; numero di movimenti ridotto da 4 a 2, nel corso del passaggio in stazione.
L’allungamento della vita degli impianti, è essenziale nella prospettiva di un utilizzo     a livello urbano, dove le soluzioni ad ammorsamento automatico sono sottoposte ad un funzionamento 5 volte superiore rispetto a quello registrato in montagna (più di 7.000 ore/anno, contro un massimo di 1.500 ore/anno).
I veicoli potranno raggiungere una velocità di 6 m/s. Sono state sviluppate inoltre delle nuove seggiole a 6 posti che assicurano ai passeggeri un elevato livello di comfort e sicurezza, con un particolare riguardo al trasporto dei bambini ed all’anti-caduta.

 

A livello di stazioni:
• la lunghezza delle travi di lancio-rallentamento è stata notevolmente ridotta, grazie al dimezzamento dei movimenti di apertura/chiusura della morsa;
• il sistema di trasferimento dei veicoli in stazione è stato completamente  rivisto, per rendere più semplice e fluido il loro spostamento;
• le pedane di accesso alla stazione, per la gestione e la manutenzione, sono state semplificate e rese ancora più sicure, spostandole nella parte posteriore per evitare il pericoloso attraversamento dei veicoli in transito.
L’attenzione di LST non si concentra esclusivamente sulla realizzazione di nuovi impianti, visto che la squadra di tecnici specializzati è in grado di effettuare anche revisioni di: funicolari, teleferiche, ascensori inclinati, funivie ed in generale qualsiasi sistema di trasporto a fune.
E’ di qualche settimana fa, la conferma definitiva dell’aggiudicazione dell'appalto per il rinnovo e la manutenzione della funicolare di Montmartre a Parigi. Risultato di tutto rispetto per LST, visto che quest’impianto è un importante icona del trasporto urbano via cavo a livello mondiale, con una portata annua di circa quattro milioni di passeggeri, che lo rende uno degli impianti più trafficati al mondo. Ottenere la fiducia di un interlocutore particolarmente esigente come RATP (operatore autonomo dei trasporti parigini) per una linea molto importante nella sua rete di trasporti urbani, dimostra che MND è considerato un attore chiave nel mercato in forte espansione del trasporto ecologico.  Il contratto, di tre anni, copre la revisione completa degli azionamenti della funicolare e le principali ispezioni delle due vetture. Questo aggiornamento estremamente tecnico, risulta essere una grande sfida, in quanto dovrà essere garantita la continuità del servizio durante i lavori, che devono essere effettuati in un lasso di tempo molto ristretto (tra il prossimo mese di ottobre e l'inizio delle festività di natalizie). Il progetto richiede pertanto una precisa e puntuale pianificazione delle operazioni in loco.
 
Un segno «+» caratterizza la stagione che si sta concludendo, a livello MND Sufag AnteprimaFIered’innevamento programmato. Sufag, leader mondiale nella progettazione, produzione e realizzazione d’impianti di questo genere, ha messo in servizio, nella stazione di Wanlong (Cina), 120 cannoni a bassa pressione, dei modelli Access, Peak e Power. Si tratta di un sito emblematico perché ospiterà le gare di snowboarding nel corso delle Olimpiadi di Pechino 2022. Wanlong è uno dei tre siti olimpici situati vicino la città di Zhangjiakou, a 180 km da Pechino, dove sarà presto disponibile una linea ferroviaria ad alta velocità che collegherà le due città in meno di 40 minuti. Il progetto, il cui valore è di diversi milioni di euro, rappresenta un vero successo sia a livello commerciale, vista la ragguardevole quantità d’innevatori ordinata agli inizi del 2015 ed installati in un’unica soluzione nel mese di novembre, sia a livello di soluzioni tecniche offerte, visto che tutte le ventole sono state installate su un braccio articolato che garantisce un’apertura orizzontale pari a 11 m, azionato tramite un pistone idraulico e collegato a una torre di 8 m d’altezza. A causa dei forti venti di direzione variabile che battono la zona, essendo impossibile l'utilizzo di un innevatore collocato su una postazione fissa, la stazione ha preferito adottare questo tipo di sistema. Gli operatori quindi possono posizionare le macchine in tutta sicurezza e con la garanzia di prestazioni ottimali, a seconda delle condizioni del vento È la prima volta che questa soluzione viene impiegata su tutto l’impianto d’innevamento, presente in una stazione sciistica tanto grande come quella di Wanlong, ottenendo comunque ottimi risultati e la piena soddisfazione del cliente. Grazie a questa installazione avveniristica, il futuro sito olimpico di Wanlong è stato in grado di aprire le sue piste al pubblico il secondo fine settimana di novembre, prima di tutte le altre stazioni sciistiche cinesi. Ancora una volta tutto ciò conferma la competenza di Sufag nel campo dell’innevamento programmato e la capacità di offrire soluzioni innovative. Si aprono così nuove prospettive di sviluppo anche sul mercato cinese, dove il gruppo MND ha da poco aperto una filiale di distribuzione, proponendo un'offerta globale (sicurezza, neve, impianti di risalita, per il tempo libero) molto apprezzata in termini di sviluppo delle stazioni sciistiche del Sol Levante. È dello scorso mese di febbraio invece l’annuncio che, l’innevatore Peak progettato da Sufag, si è posizionato al 1° posto della classifica dell’analisi comparativa svoltasi in Russia, tra le principali aziende produttrici di prodotti per l’innevamento programmato, a livello mondiale.
I tests sono stati effettuati nel corso dell’annuale convegno internazionale dedicato a questo argomento, svoltosi dal 18 al 21 gennaio 2016 presso lo Ski Center Golden Valley a 120 km da San Pietroburgo e che quest’anno affrontava l’argomento: "stazioni sciistiche, progettazione, costruzione e funzionamento”.
Per garantire risultati accurati, è stata stabilita una procedura rigorosa, utilizzando apparecchiature molto sofisticate che hanno permesso di misurare le prestazioni, il consumo di energia e la qualità della neve prodotta dalle attrezzature analizzate. Il cannone a ventola Peak Sufag ha confermanto le peculiarità di efficienza, resistenza ed economicità che già due anni fa aveva ottenuto il primo posto, riguardo l’efficienza energetica. La società francese dimostra ancora una volta di essere un partner efficiente e competente, in grado di offrire una gamma di macchine senza precedenti che permettono di fornire soluzioni adatte alle svariate necessità dei propri clienti. Sufag comunque non è attiva solo nel mondo montagna. Varie infatti sono le collaborazioni con società che esulano da questo settore. Tutto è iniziato nel 2006 quando Aiolos, uno studio d’ingegneria canadese, chiese a Sufag di fornire un impianto d’innevamento da installare nel centro tests coreano della Boeing. La ditta utilizza ancora oggi il sistema per verificare la resistenza dei componenti, in condizioni atmosferiche avverse. A questa installazione ha fatto seguito quella del 2008 nella sede, fuori Monaco di Baviera, della BMW dove i tecnici Sufag hanno realizzato un sistema di innevamento all’interno della galleria del vento, e quella del 2015 nella sede Ford di Colonia. Il sistema d’innevamento posto ad alcuni metri dalla griglia del radiatore di un’auto o dalla struttura di un aeroplano, può produrre indoor qualsiasi tipo di neve: asciutta, leggera e polverosa oppure bagnata e pesante. Questo dispositivo compatto facilita tutti i test "neve" a livello industriale di auto ed aerei e permette inoltre di ottimizzare i piani di ricerca e sviluppo di queste aziende.
 
Techfun è la società del gruppo MND specializzata nella progettazione e MND Techfun AnteprimaFiereinstallazione di attrezzature specifiche per le attività ricreative e sportive adrenaliniche outdoor e indoor. In questo ultimo anno i tecnici sono stati impegnati nella progettazione di un nuovo «Alpine Coaster», la slitta che viaggia su una monorotaia limitando così l’impatto ambientale. Si tratta di un prodotto completamente personalizzabile, adattabile facilmente a qualsiasi tipo di terreno che fornisce la risposta alle svariate necessità dei clienti. Il Funcoaster, così si chiama l’ultimo nato in casa Techfun, può essere installato su qualsiasi tipo di terreno, su pendii ripidi e può essere utilizzato in tutte le stagioni e con qualsiasi condizione meteo. Dopo quasi due anni di sviluppo, test e certificazioni, Techfun è pronta a commercializzare il primo Funcoaster. Agevoli sono le operazioni di imbarco e sbarco, elevato è il comfort per i passeggeri, ma senza escludere una discesa veramente entusiasmante che rispetta tutti gli standard di sicurezza. Funcoaster è dotato: di un sistema anticollisione, di un sistema frenante centrifugo che controlla automaticamente la velocità e la limita a 40km/h, di un sistema anticollisione e una di cintura di sicurezza automatica. Particolare attenzione è stata posta inoltre all'aerodinamica e all'ergonomia delle vetture che trasportano due adulti, con una media di 700 persone/h. L'azienda francese che ha maturato nel corso degli anni una grossa esperienza in questo settore, è in grado di progettare: belvedere (strutture per comandare una vista mozzafiato di montagna paesaggi), via ferrate (percorsi in montagna dotati di ponti, cavi fissi e scale) e percorsi avventura. Tutte queste soluzioni riscuotono l’interesse delle stazioni sciistiche che stanno cercando di diversificare la loro offerta, in quanto rappresentano un’ottima alternativa, a livello di ritorno d’immagine ed economico, alle attività classiche.
 
Leader mondiale nella prevenzione delle valanghe e dei rischi naturali in genere, TAS è l'azienda di riferimento che da oltre 30 anni mette in sicurezza con le proprie tecnologie le stazioni sciistiche, i paesi, le strade e i siti minerari. Prodotti di punta sono gli oramai conosciutissimi sistemi per il distacco programmato: Gazex®, DaisyBell®, O’bellx®, ma grande rilevanza stanno avendo anche le reti ferma neve. Notevole successo ha riscosso l’installazione che è stata effettuata prima dell’inizio di questa stagione sulle piste da sci di Méribel Mottaret: 290 metri di reti para valanghe. Questo lavoro è stato commissionato dalla società delle Trois Vallées STV che si è trovata a proteggere un sito dove una nuova seggiovia a sei posti MND Retiautomatica aveva preso il posto di due impianti fissi. TAS si è subito resa conto che i sistemi di distacco programmato non erano adatti, vista la particolarità del sito e la necessità di aprire velocemente l’impianto dopo una nevicata, ma le reti ferma neve erano la soluzione ideale. Il lavoro è stato portato avanti in condizioni difficili e su pendii molto ripidi e scoscesi, utilizzando un ragno con un braccio di perforazione, ancorato a monte. Compressori silenziati hanno permesso di ridurre al minimo l’inquinamento acustico. Viste che le condizioni geologiche particolarmente delicate del terreno, il lavoro è stato seguito da un perito che ha determinato la migliore posizione delle reti. La società STV si è dimostrata molto soddisfatta dell’operato dei tecnici TAS e della sinergia creatasi. Anche la commissione di controllo che ha verificato il tutto ad installazione terminata, ha espresso parere assolutamente favorevole. Ancora una volta TAS ha potuto dimostrare le sue competenze e la capacità di soddisfare al meglio le necessità più svariate, legate alla prevenzione dei rischi naturali. L’ultimo brevetto aziendale invece, è legato al sistema di gabbie Modulo®, mediante il quale è possibile ampliare: piste da sci, strade ed  argini, evitando di ricorrere a soluzioni convenzionali più costose ed ingombranti. Viene installato infatti senza realizzare ancoraggi, perforazioni e gettate di cemento. Il sistema Modulo® associa sostegno ed ampliamento, mediante una soluzione a gabbia provvista di sfalsamento pari a 2,60 m che permette di guadagnare, fino a 4 m di spazio.
 

Grazie a 25 anni di esperienza, MBS è uno dei leader mondiali nell'allestimento dei comprensori sciistici. La società è in grado di offrire una gamma prodotti molto variegata, progettata specificamente per la sicurezza sulle piste da sci: materassi, reti, segnaletica, ancoraggi per battipista, pali da slalom e materiale specifico per gare, club sportivi e scuole di sci. Varie sono le competenze che MBS mette a disposizione dei propri clienti: dalla consulenza all'installazione, passando per la progettazione e la fabbricazione interna grazie a strumenti di produzione recenti, affidabili ed efficaci.  Dal mese di ottobre 2015 inoltre, ha rilevato la ditta francese Metal & Plastic che si occupa di operazioni d’estrusione. Tre dipendenti sono stati integrati nello staff MBS e quattro linee di produzione sono ora in grado di estrudere tubi da pochi millimetri a 60 mm di diametro, di vari colori e di diversi materiali, quali policarbonato, PVC e polietilene. In un’ottica d’espansione delle attività della società, questi profilati sono stati utilizzati anche dalle industrie agroalimentari e per una fornitura alla polizia per la quale sono realizzati i cordini di sicurezza, utilizzati per agganciare le pistole degli agenti alla cintura.
MBS ha al suo attivo anche numerosi esempi di gestione e protezione di prestigiose piste ricreative e da gara (coppe del mondo, olimpiadi) in Francia e nel mondo.
L'organizzazione di grandi eventi sportivi come la Coppa del mondo, i campionati nazionali, necessitano l'installazione di attrezzature di sicurezza specifiche.
Per questi eventi, MBS propone:
• un servizio di locazione di reti (Reti: FIS B, B-C e C), strutture d'arrivo gonfiabili, materassi di protezione, traguardi d'arrivo, cartelli pubblicitari, pali snodati
• una servizio di montaggio e smontaggio delle attrezzature affittate, dalla semplice assistenza alla gestione completa
Questa offerta completa permette agli organizzatori di usufruire di materiale in ottime condizioni, in linea con le esigenze attuali in materia di sicurezza ed inoltre di affidare questo tipo di attività ad un gruppo di tecnici esperti.
www.mnd-group.com