Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate. Inoltre utilizza cookie tecnici per migliorare la navigazione. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno, accetti il servizio e gli stessi cookie.

Il volto giovane di un marchio vincente - MontagnaOnline.com

Il volto giovane di un marchio vincente

Category: Portfolio Created: Venerdì, 18 Maggio 2018 06:13 Hits: 329
Rate this article
 

Incontro con Jan Terzariol responsabile commerciale per l’Italia, la Norvegia e la Svezia dell’azienda del gruppo Leitner che in pochi anni ha moltiplicato presenza e fatturati sui mercati nazionale e internazionale dell’innevamento tecnico

L’immagine vincente di Demaclenko ha soprattutto il riscontro della crescita esponenziale di vendite e fatturati fatta registrare negli ultimi anni nel mercato dei sistemi di innevamento programmato ma si può riflettere anche nel volto giovane del suo responsabile commerciale per l’Italia e («Da questo inverno 2017/18») per la Norvegia e la Svezia. Lo intervistiamo accanto ad un generatore Ventus 4.0.

Come definiresti Demaclenko?
Con quei numeri che descrivono meglio di ogni altra cosa la fortissima crescita del marchio dopo la fusione del 2012. Nell’inverno 2012/13 Demaclenko fatturava circa 13 milioni di Euro; quest’anno ha fatturato 50 milioni. Nella stagione 2017/18 sono stati venduti oltre 2000 generatori neve; quest’inverno abbiamo venduto il millesimo generatore a ventola, un Titan 2.0, allo Ski Carosello Corvara in Val Badia. Sono numeri e cifre che testimoniano la qualità dei nostri prodotti e la loro capacità di penetrazione sui mercati in virtù della loro efficienza e della loro funzionalità.
Quanto incide il mercato italiano?
Posso dire soltanto che l’Italia rappresenta per noi il secondo mercato dopo l’Austria. Mi sono trovato di fronte ad una situazione storica in cui i prodotti Demac sono fortemente localizzati sul mercato altoatesino e quelli Lenko sparsi su tutto il territorio nazionale. Esistono ampi margini di sviluppo perché i nuovi prodotti Demaclenko successivi alla fusione si affermino in maniera omogenea in tutta Italia.
Dove sta andando il mercato?
Il mercato si sta orientando in prevalenza verso generatori a ventola di media e grande taglia come i nostri Ventus e Titan
E che cosa chiedono i clienti?
Soluzioni complete e pronte all’uso, si può dire «chiavi in mano». Noi siamo in
grado di fornire il «pacchetto completo» di un impianto di innevamento tecnico: il bacino idrico, le stazioni di pompaggio e di raffreddamento, i materiali di linea, i pozzetti, i generatori e il software di gestione.
Ma ormai pare che serva anche qualcos’altro…
Certo, l’aspetto estetico dei generatori, visto che la loro presenza è a diretto contatto con il pubblico degli sciatori e influenza la loro valutazione del livello qualitativo della località in cui stanno praticando la loro passione. Il nostro generatore Ventus non è soltanto un concentrato della più avanzata tecnologia per la produzione di neve tecnica ma è anche quella macchina realizzata in collaborazione con lo studio di design Pininfarina che ispira una sensazione di eleganza e fluidità, le stesse doti di una bella sequenza di curve condotte. Con Ventus Demaclenko offre non soltanto funzionalità, affidabilità, efficienza ma anche un elevato gusto estetico.
Da quest’anno stai conoscendo anche la Svezia e la Norvegia?
Sì, da quest’anno mi occupo anche dei rapporti commerciali con quelle due nazioni dove però Demaclenko è presente e attiva già da tempo. Quest’inverno abbiamo realizzato importanti interventi a Voss, in Norvegia, e a Stöten, in Svezia, una località sciistica situata a 38 km a nord-ovest di Sälen, attrezzata con 18 impianti di risalita e 29 piste. In questa stazione sciistica abbiamo rifatto la stazione di pompaggio e installato un impianto misto con una settantina di generatori tra lance Eos e generatori a ventola.
www.demaclenko.com